Ricambi ISUZU - Seleziona il modello

Trova tutti i ricambi auto della tua  ISUZU, e compra on line i ricambi ISUZU , per effettuare sia la manutenzione che una riparazione intelligente, efficiente e sicura. Tutti gli annunci dei ricambi auto e gli accessori per la tua vettura ti conducono sul nostro sito primo in Italia per vendita ricambi auto.
I prezzi ricambio ISUZU migliori del web accompagnati dalla qualità di 65 marchi tra i più importanti del mercato dei ricambi auto. I ricambi originali ISUZU e ricambi di concorrenza ISUZU, originali nel senso che montati di primo impianto originale, di concorrenza o altrernativi che hanno le stesse caratteristiche meccaniche e funzionali. Puoi restituire senza nessun costo gli acquisti effettuati rispedendoli entro 15 giorni dal ricevimento.
Garanzia dei ricambi ISUZU dal costruttore di due anni.
Spedizione ricambi ISUZU effettuata in 24/48 ore e con un costo di spedizione a partire da 5,99 Euro.

Ricambi ISUZU

ricambi ISUZU

ISUZU

Isuzu Motors Ltd. è un produttore di veicoli commerciale giapponese e società di produzione di motori diesel con sede in Tokyo. La sua attività principale è la produzione, commercializzazione e vendita di veicoli commerciali Isuzu e motori diesel.

Ha anche una serie di società controllate, tra cui Anadolu Isuzu (una joint venture turca con Anadolu Group), Sollers-Isuzu (una joint venture russa con Sollers JSC), SML Isuzu (ex Swaraj Mazda), Jianxi Isuzu Motors Con Jiangling Motors Company Group), Isuzu Astra Motor Indonesia, Isuzu Malesia (Isuzu HICOM), Isuzu UK, Isuzu Sudafrica, Isuzu Filippine, Taiwan Isuzu Motors, Isuzu Vietnam e Isuzu Motors India. La società è stata fondata nel 1916. Nel 1934, l'azienda fu fuso con il costruttore e fu ribattezzata Isuzu, dal nome del  fiume Isuzu.

Isuzu ha impianti di assemblaggio e produzione a Fujisawa, così come nelle prefetture di Tochigi e Hokkaidō. I veicoli a marchio Isuzu vengono venduti in tutti i mercati commerciali di tutto il mondo. La principale attenzione del mercato di Isuzu è il camion a motore diesel, gli autobus e la costruzione commerciale, mentre il loro concorrente giapponese Yanmar si concentra su impianti a livello commerciale e generatori.

Entro il 2009, Isuzu ha prodotto oltre 21 milioni di motori diesel, che possono essere trovati in veicoli in tutto il mondo. I motori diesel Isuzu vengono utilizzati da decine di produttori, tra cui Ford Motor Company e Renault-Nissan Alliance.

STORIA DI ISUZU

La storia di Isuzu Motors è iniziata nel 1916, quando Tokyo Ishikawajima Shipbuilding e Engineering Co., Ltd. prevedono una collaborazione con Tokyo Gas e Electric Industrial Co. per costruire automobili. Nel 1918 viene avviata una collaborazione tecnica con Wolseley Motors Limited, il che significa diritti esclusivi alla produzione e alla vendita di veicoli Wolseley in Asia Orientale. Nel 1922 il primo modello Wolseley, l'automobile A-9, è prodotto a livello nazionale. Il camion CP cambia due anni dopo; 550 di questi sono costruiti fino al 1927. Nel 1933, Ishikawajima Automotive Works si fonde con DAT Automobile Manufacturing Inc. (un predecessore di Nissan) e cambia il suo nome in Automobile Industries Co., Ltd. I prodotti di questa società, commercializzati come "Sumiya" E "Chiyoda", sono stati ribattezzati Isuzu .

Nel 1937 Automobile Industries si riorganizza e si forma in una nuova società, Tokyo Automobile Industries Co., Ltd. È stata fondata con un capitale di ¥ 1.000.000.Nel frattempo, nel 1942, Hino Heavy Industries fu diviso da Isuzu, diventando una società separata. La produzione di autocarri (TX40 e TU60) è iniziata nuovamente nel 1945, con l'autorizzazione delle autorità di occupazione. A partire dal 1953 la macchina Hillman Minx è prodotta con licenza di Rootes Group. Il Minx rimase in produzione fino al 1962, dopo l'introduzione nel 1961 della prima auto di Isuzu, il Bellel  Essendo un piccolo produttore che produceva automobili che erano un po 'troppo grandi e costose per il mercato giapponese all'epoca, Isuzu ha passato qualche tempo alla ricerca di un partner commerciale. Sotto la pressione di MITI, che tentava di limitare il numero di produttori di automobili in Giappone, nel 1966 è iniziata una collaborazione con Fuji Heavy Industries (Subaru). Il Subaru 1000 è stato addirittura visualizzato nella brochure annuale di veicoli di Isuzu del 1967. Questo legame è finito nel 1968, quando si è formato un accordo con Mitsubishi. Questo è finito ancora più veloce, entro il 1969, e l'anno successivo una collaborazione altrettanto breve di vita è stata inserita con Nissan. Pochi mesi dopo, nel settembre 1971, è stato firmato con General Motors quello che doveva dimostrare un accordo di capitale più duraturo.


Il primo risultato di GM che assume una quota del 34% in Isuzu è visto nel 1972, solo mesi dopo, quando il Chevrolet LUV diventa il primo veicolo costruito a Isuzu da vendere negli Stati Uniti. Per simboleggiare il nuovo inizio, Isuzu ha anche sviluppato un nuovo logo per il 1974, con due pilastri verticali che sono rappresentazioni stilizzate della prima sillaba di Isuzu. "Nel 1974 Isuzu ha introdotto il Gemini, co-prodotto con General Motors come T- È stata venduta negli Stati Uniti come Opel di Buick da Isuzu e in Australia come Holden Gemini. A seguito della collaborazione, alcuni prodotti americani americani vengono venduti a clienti giapponesi tramite concessionarie Isuzu. Le esportazioni di Isuzu sono aumentate notevolmente grazie all'utilizzo di reti GM, passando dallo 0,7% della produzione nel 1973 al 35,2% nel 1976, mentre la produzione complessiva è aumentata di oltre quattro volte nello stesso periodo. Come risultato della joint venture GM, i motori Isuzu furono utilizzati anche dalle divisioni GM esistenti (alcune vetture Chevrolet di mercato statunitense avevano i motori Isuzu ad esempio il Chevette e i primi camion S10 / S15 Fabbricati prima del 1985).
Nel 1981 Isuzu ha iniziato a commercializzare veicoli commerciali e commerciali sotto il proprio marchio negli Stati Uniti. L'Isuzu P'Up è stato il primo modello venduto ai consumatori come Isuzu, piuttosto che come Chevrolet o Buick. L'allora presidente di Isuzu, Toshio Okamoto, ha quindi avviato una collaborazione con esperti di piccole auto Suzuki per sviluppare una piccola auto globale per GM, la S-car. Nel mese di agosto del 1981 è stato firmato un accordo tripartito di coproprietà, con Isuzu e Suzuki che scambiano azioni e General Motors che assumono una quota del 5% di Suzuki. A partire dal 1985 Isuzu e GM hanno istituito l'impresa IBC Vehicles negli Stati Uniti Regno, che produce versioni localizzate di furgoni leggeri Isuzu e Suzuki (Isuzu Fargo e Suzuki Carry) nel mercato europeo con il marchio Bedford di Vauxhall. Durante questo periodo Isuzu ha anche sviluppato una presenza a livello mondiale come esportatore di motori diesel, con i loro propulsori in uso da Opel / Vauxhall, Land Rover, Hindustan e molti altri. Due linee di Isuzu (Gemini, Impulse) vennero commercializzate come parte della divisione Geo (Spectrum, Storm) quando fu inizialmente lanciata come filiale Chevrolet.  Così, la linea di Honda ha guadagnato due SUV e la linea di Isuzu ha ottenuto un minivan. Nel mercato giapponese, il Gemini (Stylus) era ora un rimbalzato Honda Domani e l'Aska (originariamente basato sulla GM J-car) era un Honda Accord. Nel 1998  General Motors e Isuzu formano DMAX, una joint venture per la produzione di motori diesel. Isuzu resuscita l'amato Amigo. Il concetto VehiCROSS in stile unico è svelato.1999 Nel 1999 GM aumenta la sua partecipazione a Isuzu al 49%, effettivamente acquisendo il controllo della società. Le vendite di Isuzu iniziano a scivolare a causa dell'invecchiamento del Rodeo e del Trooper, e la scarsa gestione e la mancanza di assistenza da GM. Isuzu cambia il nome della 2 porte Amigo convertibile a Rodeo Sport nel tentativo di associarlo con il più venduto 4 porte Rodeo. Movie Spy kids presenta Isuzu Axiom e Trooper. Nel  2002  Isuzu inizia il re-acquisto del suo stock da parte degli azionisti, in particolare di General Motors. Isuzu riduce la quota del 49% del GM al 12% come parte di questo piano di ricapitalizzazione globale. Come parte di questa riorganizzazione, GM ottiene il pieno controllo di DMAX e Isuzu Motors Polska, nonché la proprietà di tutti i disegni di motori diesel di Isuzu. Isuzu cede il venerabile Trooper dalla linea nordamericana 2003 - Il Rodeo Sport è sospeso. Luglio 2004 - La produzione del Rodeo e dell'Axiom cessano. Le vendite in Nord America sono lenti a soli 27.188, con la dismessa Rodeo e Axiom che costituiscono il 71% di quel totale. Il numero di concessionarie Isuzu negli Stati Uniti inizia un rapido declino 2005. - I rivenditori Isuzu negli Stati Uniti dispongono di soli due modelli: l'Ascender e il camion pick-up serie i. La serie i è un rivoluzionato Chevrolet Colorado, l'Ascender è un inviato GMC rientrato. A questo punto, Isuzu negli Stati Uniti è principalmente un distributore di autocarri di media importanza, come la serie N. Questi veicoli sono provenienti sia dagli impianti del Giappone e degli Stati Uniti a Janesville, Wisconsin e Flint, Michigan. Isuzu ha 290 concessionari di veicoli leggeri negli Stati Uniti dall'agosto 2006 e vende una media di soli due ascendenti per concessionario al mese. I piani per introdurre un nuovo SUV costruito in Thailandia, previsto per il 2007, sono sospesi; Isuzu Motors Limited ritiene che un nuovo SUV sarebbe troppo rischioso e procede con il lancio dei camion della serie i. Le voci del ritiro di Isuzu dal mercato americano sono dilaganti. Nonostante le vendite estremamente basse di 12.177 veicoli passeggeri per il 2005 (con il rimanente Axiom e Rodeos che rappresentano il 30% di questo), Isuzu Motors America annuncia il suo primo profitto negli anni, principalmente a causa dei tagli di ristrutturazione. 2006 - Produzione del Ascender a 7 passeggeri Termina a febbraio con la chiusura dell'impianto di GM Oklahoma City Assembly, lasciando Isuzu con l'Ascender a 5 passeggeri, costruito a Moraine, Ohio e la i-Series a basso prezzo, come i suoi soli prodotti al dettaglio. La società ha venduto solo 1.504 veicoli in Nord America nei primi due mesi del 2006. Isuzu finalmente acquista le sue quote restanti da GM, ma sostiene che le società continueranno la loro attuale relazione. 2006 - Isuzu e GM accosentono di istituire un'impresa comune Chiamata "LCV Platform Engineering Corporation (LPEC)" per sviluppare un nuovo pickup. Ottobre 2006 - Mitsubishi Corp. diventa il principale azionista di Isuzu, dopo che converte tutta la quota privilegiata di Isuzu che ha tenuto dal 2005 in comune , Aumentando la sua quota di partecipazione dal 3,5 al 15,65%  ] novembre 2006 - Toyota acquista il 5,9% di Isuzu, diventando il terzo azionista di dimensioni maggiori dietro ITOCHU e Mitsubishi Corporation e le due società accettano di studiare la possibile collaborazione aziendale incentrata sulle aree Di R & S e di produzione di motori diesel, di emissioni di controllo e di altre tecnologie ambientali. Nel 2007  Isuzu e General Motors aggiornano la gamma LCV con un motore diesel da common rail da 3.0 litri che ha molta più coppia e potenza rispetto al suo predecessore. - Isuzu e Toyota accettano di sviluppare un motore diesel da 1,6 litri per l'uso nei veicoli Toyota venduti nei mercati europei. I dettagli relativi allo sviluppo, alla produzione e alla fornitura del motore diesel sono ancora in discussione, ma in linea di principio, Isuzu svolgerà il ruolo di primo piano. La produzione è prevista per il 2012.January 30, 2008 - Isuzu annuncia il ritiro completo dal mercato statunitense,   efficace il 31 gennaio 2009. Continuerà a fornire supporto e parti. La decisione è dovuta alla mancanza di vendite. Nel 2009  Isuzu e General Motors annunciano di essere in trattative per trasferire l'operazione Della linea di produzione di autocarri a Flint, Michigan, a Isuzu per un periodo di cinque anni. Nel mese di giugno, tuttavia, GM ha annunciato che questi colloqui non hanno raggiunto un accordo e che GM avrebbe invece smesso di produrre i veicoli Chevrolet Kodiak e GMC Topkick..   L'impianto di Andhra di Isuzu per iniziare le operazioni nel 2016