Trova i ricambi di carrozzeria selezionando per prima cosa la tua auto qua sopra

ricambi-carrozzeria

Componenti e pezzi di ricambio di carrozzeria

Naviga il catalogo Freni per Marchio Auto

Ricambi di carrozzeria su internet

Ricambi carrozzeria e lamierati - Autozona

Per i ricambi di carrozzeria, AUTOZONA offre una vera alternativa di qualità ai prezzi alti dei componenti di lamiera originali. A fianco del consumatore automobilista che si vede obbligato a riparare la vettura a proprie spese, AUTOZONA ha selezionato lamierati UGUALI a quelli originali riducendo il costo fino all’ 80%. La nostra gamma di lamierati comprende principalmente cofani anteriori, parafanghi anteriori, rinforzi paraurti anteriori, calandra anteriore, rivestimento posteriore, rinforzo paraurti posteriore e per le vetture più correnti i parafanghi posteriori.

La gamma di ricambi di lamierati che vendiamo è il frutto di una selezione dei migliori prodotti. Per ogni modello abbiamo scelto i pezzi che tra i due produttori hanno una certificazione TUV o equivalente. L’ente certificatore TUV certifica che un pezzo sia totalmente equivalente all’originale sia per materiali, che per dimensioni e forme che per resistenza meccanica o chimica. In Germania e in Inghilterra i lamierati certificati TUV sono montati quotidianamente da tutte le carrozzerie perchè i contratti assicurativi prevedono la riparazione delle vetture con prodotti non originali ma certificati TUV. MAGNETI MARELLI produce e commercializza prodotti di qualità equivalente all’originale. Questo significa che:

  • Utilizzano gli stessi materiali.
  • Riproducono il cofano o parafango originale con esattezza .
  • Utilizzano le migliori tecnologie di cataforesi permette di avere una lamiera pronta alla verniciatura.
  • Sono prodotti testati durante la prototipazione e le prime serie con prove di montabilità e dimensionalità e prove di crash test che ne assicurano le caratteristiche meccaniche e di sicurezza. I test di qualità vengono effettuati durante la produzione a intervalli regolari garantendo la conformità della produzione nel tempo.
CARROZZERIA: CONSIGLI PER IL FAI DA TE.

SOSTITUZIONE COFANO

La sostituzione di un COFANO comprende le seguenti fasi:

  • Smontaggio. Bisogna semplicemente svitare i bulloni che collegano il cofano alle due cerniere che collegano il cofano alla carrozzeria.
  • Disassemblaggio di serratura cofano, pannelli isolanti, e eventuali griglie. Una volta smontato il cofano appoggiarlo su due cavaletti e smontare tutti i pezzi ad esso attaccati che poi saranno rimontati sul nuovo cofano e pulirli. Segnate o fate un piccolo schizzo di come sono attaccati i diversi pezzi.
  • Verniciatura del nuovo cofano. La verniciatura consiste nel spruzzare una prima mano di vernice (chiamata BASE) attendere o meno a seconda del prodotto l' essicazione e poi passare una seconda mano. Una volta asciugata la base viene spruzzato il trasparente che crea una pellicola che protegge la base sottostante e crea l’effetto lucido della vernice. Ogni macchina ha un colore ben particolare che deve essere riprodotto con una formula esatta. Il codice colore è scritto su di una targhetta che ogni casa auto attacca sulla carrozzeria in un punto differente. Per effettuare una verniciatura di qualità conviene rivolgersi a un carrozziere che per verniciare un cofano può verosimilmente richiedere 1/ 2 ore di manodopera e 100-150 euro tra vernici e materiali di consumo, per un totale di 150-230 euro. Potete provare a verniciare il vostro cofano ma non è semplicissimo, infatti senza un forno che garantisca la giusta temperatura dell’aria e l’assenza delle polveri, si rischia di ottenere una verniciatura disomogenea e poco duratura.
  • Rimontaggio di serratura cofano, o gancio serratura, pannelli isolanti, e eventuali griglie. Rimettere il cofano verniciato sui cavaletti e iniziare a rimettere prima l’eventuale griglie, poi rimontare la serratura cofano, rimettere i pannelli isolanti. Finire col montare fregio costruttore usando del biadesivo.
  • Rimontaggio del cofano. Una volta assemblato il cofano rimontatelo e verificate le linee e di quando è chiuso per modificare la posizione operare sui bulloni in modo che spostandosi si chiuda perfettamente, procedere all’imbullonamento finale. Collegare il filo apertura cofano alla serratura, verificare che la serratura funzioni prima di chiudere il cofano.

SOSTITUZIONE PARAFANGO

La sostituzione di un PARAFANGO comprende le seguenti fasi:

  • Smontaggio: Smontare il riparo ruota in plastica fissato al parafanghi tramite bottoni in plastica. Smontare la lucciola laterale. Aprire il cofano svitare i bulloni che collegano il parafango alla vettura superiormente, aprire la portiera e svitare i bulloni che collegano il parafango al giroporta.
  • Verniciatura del nuovo parafango. La verniciatura consiste nel spruzzare una prima mano di vernice (chiamata BASE) attendere o meno a seconda del prodotto dell’ essicazione e poi passare una seconda mano. Una volta asciugata la base viene spruzzato il trasparente che crea una pellicola che protegge la base sottostante e crea l’effetto lucido della vernice. Ogni macchina ha un colore ben particolare che deve essere riprodotto con una formula esatta. Il codice colore è scritto su di una targhetta che ogni casa auto attacca sulla carrozzeria in un punto differente. Per effettuare una verniciatura di qualità conviene rivolgersi a un carrozziere che per verniciare un parafango può verosimilmente richiedere 1 ora di manodopera e 50-70 € tra vernici e materiali di consumo, per un totale di 100-150 €. Potete provare a verniciare il vostro parafango ma non è semplicissimo, infatti senza un forno che garantisca la giusta temperatura dell’aria e l’assenza delle polveri, si rischia di ottenere una verniciatura disomogenea e poco duratura.
  • Rimontaggio del parafango. Imbullonare il parafango prima nella sua parte anteriore e poi con i bulloni sul giroporta. Rimontare la lucciola laterale. Rimontare il riparo di plastica sopra la ruota collegato al parafango.



25/03/2017: Impianto Freni Alfa Giulia 2016: la prima volta nei freni per Continental
La Continental produce per la prima volta un impianto frenante MK C1, il sistema frenante integrato (IBS – Integrated Braking System) che  è più dinamico, leggero e compatto rispetto a quelli tradizionali. Il nuovo sistema elettronico riduce le vibrazioni del pedale, in modo che il guidatore possa mantenere una pressione costante sul pedale, migliorando anche il comfort di guida.

01/04/2017: Integrated Brake System (IBS) e dischi carbo-ceramici per Alfa Stelvio 2017
Stelvio Quadrifoglio propone l'innovativo Integrated Brake System (IBS), il sistema elettromeccanico che combina il controllo di stabilità con il tradizionale servofreno garantendo una risposta istantanea del freno, limitando  quindi la distanza di arresto, oltre a consentire un'importante ottimizzazione dei pesi. Non manca su Stelvio Quadrifoglio l'impianto frenante con elementi di alluminio e dischi carbo-ceramici.

15/03/2017: Brembo crea l'impianto frenante della Jeep Gran Cherokee SRT8 Grande è bello, pure l’impianto frenante
Jeep Grand Cherokee SRT8 richiede un impianto frenante che garantisca decelerazioni vigorose. Brembo ha creato energiche pinze monoblocco a 6 pistoni all’anteriore e a 4 pistoni a posteriore che vanno ad agire rispettivamente su dischi da 380 mm e da 350 mm. Il risultato è in impianto frenante in grado di coniugare performance da supercar, resistenza all’off road, comfort ed estetica.

Video Tutorial Paraurti dal Canale YouTUBE