La pompa acqua

La pompa dell'acqua è uno dei componenti più importanti del motore di un'auto. Il motore dell’automobile non fonde pur raggiungendo altissime temperature grazie all’azione del circuito di raffreddamento, l’elemento principale del circuito di raffreddamento è la pompa dell’acqua, poiché consente lo scorrimento del liquido di raffreddamento all'interno del circuito, impedendo che il motore si surriscaldi. Una perdita nel sistema di raffreddamento o un suo malfunzionamento può causare gravi danni al motore. Oltre alla pompa d’acqua, il circuito comprende il radiatore ed un termostato: la pompa dell’acqua serve a far circolare il liquido refrigerante in tutto il circuito. La pompa stessa è azionata da una cinghia: è bene sapere che in caso di malfunzionamento o rottura della cinghia, l’azione della pompa viene interrotta, creando un surriscaldamento del motore.

È composta da un'elica piazzata in un corpo (carter) e collegata ad una puleggia da un albero e un cuscinetto. Il corpo della pompa ha  due raccordi, uno laterale, che connette la cavità del girante della pompa con il bocchettone inferiore del radiatore, e uno superiore, che conduce al corpo del termostato.

Il termostato qui è necessario per la regolazione della temperatura dell’acqua, che non subisce ricircolo al fine di accelerare il processo di riscaldamento del motore dopo la sua accensione. La pompa si distingue da un modello di automobile all’altro.

Nelle automobili a quattro cilindri o con motore a diesel, la pompa acqua è posizionata nella parte sinistra del motore e viene azionata mediante la cinghia a V. Nelle automobili con motore a cinque cilindri, la pompa dell’acqua è collocata nella parte sinistra del motore e viene messa in funzione grazie alla cinghia dentata. Per quanto riguarda i motori a sei cilindri, qui la pompa viene azionata dalla parte esterna della cinghia dentata.

Le pompe dell’acqua delle automobili sono abbastanza affidabili, presentano un livello di esercizio alquanto elevato e non necessitano alcuna manutenzione. Le aspettative di esercizio contano circa 90.000 km di percorrenza.

Dall’altra parte però non è soggetta alla riparazione e in caso di problemi, sfortunatamente l’unica cosa da fare è sostituirla.

Quando sostituire la pompa acqua

Guasti della pompa acqua  

Se la pompa dell’acqua non funziona, il motore si surriscalderà con un grave rischio di rottura: è dunque importante prestare attenzione ai sintomi di un problema con la pompa, anche perché, oltre al rischio di fondere il motore, vi è anche quello di un possibile distacco della cinghia, che anch’esso può causare gravissimi danni al motore. Un problema comune che può insorgere alla pompa è la perdita di liquido refrigerante, causato generalmente dall’usura della pompa o da uno dei suoi componenti, in questo caso le palette dell’elica o le guarnizioni. Se il guasto è circoscritto alle sole guarnizioni, basterà cambiare solo queste ultime, altrimenti andrà sostituita la pompa dell’acqua. Oltre alla perdita di liquido, un altro possibile guasto che richiede la sostituzione della pompa è un suo eventuale inceppamento

  • perdita di liquido di raffreddamento
  • usura del cuscinetto
  • girante danneggiato
  • usura cinghia di trasmissione

Sintomi che la pompa acqua    è guasta

  • surriscaldamento del motore
  • gioco nella puleggia della pompa
  • rumorosità dei cuscinetti durante il funzionamento del motore
  • rumorosità della pompa acqua
  • odore di lubrificante o liquido refrigerante da sotto il cofano
  • circolazione insufficiente del liquido refrigerante

Cause di guasto della pompa acqua  

  • installazione impropria della girante
  • sollecitazione prolungata del motore
  • guida in zona montuosa, nel traffico o in condizioni climatiche avverse
  • uso liquido refrigerante di scarsa qualità
  • depressurizzazione del sistema

Verifica dello stato  - diagnosi della pompa acqua  :

Durante la guida, quando si osserva che l'indicatore di temperatura mostra un livello superiore alla media, bisogna impostare il riscaldamento dell'abitacolo a potenza massima. Successivamente, dopo un breve periodo di tempo, bisogna accostare, spegnere il motore e toccare il radiatore. Se il radiatore è caldo, vuol dire che la pompa acqua della vostra auto è difettosa. Nel caso in cui la temperatura della cinghia di trasmissione è superiore alla norma, il problema diventa evidente: danneggiata è la cinghia stessa. Un altro semplice metodo di diagnosi della pompa acqua: avviare il motore, metterlo in giro folle, premere con un dito il tubo superiore del radiatore e rilasciarlo. Se si percepisce una spinta da parte del liquido refrigerante, la pompa è funzionale. Un metodo più semplice di controllo consiste nell'ispezionare visivamente lo spazio di parcheggio. Se le macchie sull'asfalto sono umide: la pompa è difettosa, se verdi: il sistema perde liquido refrigerante.

  1. Lascia il veicolo a riposo per tutta la notte in garage e assicurati che il pavimento sia perfettamente pulito. Se non ti è possibile parcheggiarla su una superficie di cemento pulita, posiziona sotto al veicolo un pezzo di cartone chiaro, in corrispondenza del vano motore.

  2. Il mattino seguente controlla lo stato del cartone. Se ti sembra bagnato, significa che c'è una perdita. Molto probabilmente si tratta della guarnizione o della pompa dell'acqua. Se noti la presenza di liquido verde, si tratta dell'antigelo, il che indica una perdita in qualche punto del circuito di raffreddamento.Controlla la puleggia della pompa dell'acqua. Si tratta del componente circolare della pompa dell'acqua a cui è collegata la cinghia di trasmissione. Cerca di muovere la puleggia avanti e indietro; se dovesse presentare un gioco eccessivo, potrebbe essere necessario sostituirla a causa dell'usura elevata dei cuscinetti.

  3. Ascolta il rumore preveniente dal vano motore. Apri il cofano dell'auto e avvia il motore. Un rumore cupo e stridente è un chiaro segno di usura dei cuscinetti a sfera della pompa dell'acqua. Si tratta di un suono ben udibile e ben riconoscibile.

  4. Verifica la presenza di perdite di liquido nelle vicinanze della pompa dell'acqua e sulla relativa guarnizione. Se noti delle gocce di liquido o la fuoriuscita di vapore, significa che c'è una perdita.

  5. Verifica se la spia del cruscotto relativa al termostato che controlla la temperatura dell'acqua si accende. Quando il motore non riceve sufficiente liquido di raffreddamento a causa di un malfunzionamento o di una perdita, la temperatura del motore aumenta causando l'accessione della relativa spia di segnalazione.

  6. Controlla se la spia dell'indicatore del livello del liquido di raffreddamento lampeggia. Potrebbe indicare che il serbatoio del liquido di raffreddamento ha una perdita oppure che la pompa dell'acqua non sta funzionando correttamente. In alternativa è possibile che la perdita sia in qualche punto dell'impianto di raffreddamento.

  7. Controlla il funzionamento del condizionatore dell'auto. Se il climatizzatore non funziona correttamente, è possibile che la causa sia da imputare a un malfunzionamento della pompa dell'acqua.


 

Come cambiare la pompa dell'aqua

Sostituire la pompa dell’acqua non è un’operazione semplice e richiede manualità, dimestichezza con la meccanica dell’auto e molta precauzione. Tuttavia, se possedete queste virtù, resta un’operazione fattibile. Innanzitutto sarà bene lavorare sotto l’auto, dopo averla bloccata su un apposito sostegno in tutta sicurezza, e a motore spento e raffreddato. Un’ulteriore precauzione per evitare danni all’auto è scollegare il collegamento di massa della vostra batteria. La prima azione da fare è far defluire il liquido refrigerante, ponendo la massima attenzione, poiché si tratta di un liquido corrosivo che non va versato su strada: prima di svitare la vite di drenaggio, sistemate una bacinella sotto il radiatore per raccogliere il liquido, che non potrà essere più riutilizzato. Una volta svuotato il circuito di raffreddamento, rimuovete le cinghie, ed eventualmente anche la cinghia di trasmissione, per poter accedere alla pompa. Ormai potete smontare la vecchia pompa e sostituirla con la nuova, dopo aver pulito con cura gli eventuali residui di ruggine nell’area circostante. Rimontando tutto, prestate la massima attenzione a rimettere tutti i pezzi esattamente dove erano prima della rimozione. 

0- Avvertenze e Consigli

  • Aspetta sempre che il motore si raffreddi prima di cominciare a lavorare per evitare di ustionarti
  • Ferma la macchina e blocca le ruote, prima di girarci attorno e cominciare a lavorare
  • Scollega il cavo positivo della batteria prima di lavorare, per evitare dei corti circuiti nel sistema elettrico e danni agli strumenti elettronici.
  • Fai delle foto con una videocamera digitale quando smonti le varie parti. Così ti ricorderai l’esatta posizione e saprai come rimontarle

1- Strumenti  necessari

  • Cassetta degli attrezzi
  • Una bacinella
  • Carta abrasiva
  • Cutter
  • Chiave a bussola

2- Estrazione Pompa acqua

  • Per sostituire la pompa dell'acqua della propria auto, bisogna innanzitutto individuarne la posizione
  • Secondo la posizione della pompa dell'acqua, è necessario lavorare sopra o sotto l'automobile. In quest'ultimo caso, basta sollevare l'automobile sul lato della pompa dell'acqua
  • Sollevare l'automobile, posizionarla su un sostegno e smontare la ruota interessata
  • Svuotare completamente il circuito di raffreddamento. Attenzione a svuotare sempre con il motore freddo per evitare ogni rischio d'ustione.
  • Si trova generalmente una vite di drenaggio del liquido di raffreddamento sul lato del blocco motore e/o in fondo al radiatore.
  • Se non è questo il vostro caso, sistemare la vasca per il drenaggio sotto al radiatore.
  • Richiudere il circuito di raffreddamento. È possibile che un residuo di liquido sia lo stesso presente quando si va a rimuovere la pompa.
  • A questo punto, se la pompa è azionata dalla cinghia dei servizi potete passare al punto successivo, se è trascinata dalla cinghia di distribuzione, seguire le istruzioni  di seguito:
    • Bisogna smontare il carter che blocca la cinghia, per farlo, anche in questo caso dovete svitare i bulloni che lo tengono saldo, aiutandovi con una chiave a bussola
    • Mettete da parte i bulloni, vi serviranno per rimontare queste parti.
    • Tolto il carter, bisogna bloccare il volano dentato, utilizzate un morsetto stringendo bene, per evitare che si muova durante le operazioni successive.
    • In seguito bisogna smontare il cuscinetto che tende la cinghia, utilizzate una chiave a bussola da 13
    • fate uscire dai binari la cinghia dentata, semplicemente sfilandola, in quanto, essendo allentata questa operazione risulta semplice da effettuare (vedere cambiare il kit di distribuzione)
    • Piazzare la vasca per il drenaggio al suolo per controllare il liquido di raffreddamento utilizzato.
    • Se i tubi sono fissati alla pompa dell'acqua, togliere il tubo della pompa dell'acqua.
    • Lasciare che il liquido di raffreddamento si versi nella vasca per il drenaggio.
  • Allentare le viti che fissano la pompa dell'acqua.
  • sfilatela lentamente, impiegando oggetti come il martello o il cacciavite per agevolarne l'uscita dal blocco motore, fate attenzione a non danneggiare nulla. 
  • Solitamente la pompa dell'acqua è incollata con del mastice, questo potrebbe rendere difficile l'estrazione: fate leggermente più forza in modo che questa esca definitivamente dal cofano.

3 - Sostituzione pompa acqua

  • Ora che la pompa dell'acqua è stata rimossa, prima di sostituirla con quella nuova, dovete pulire il blocco motore per eliminare residui di mastice o di silicone presenti, potete utilizzare dell'acetone o della carta abrasiva, cercate di non strofinare questa parte delicata della macchina con troppa forza.
  • Pulito il blocco motore, aspettate circa un quarto d'ora prima di inserire la nuova pompa dell'acqua, poiché, se è stato utilizzato l'acetone, è necessario che questo si asciughi prima di procedere al montaggio della nuova pompa.
  • Trascorso questo intervallo, cospargete il contorno della pompa dell'acqua con del mastice e, quando questo inizia ad asciugarsi, inseritela nello stesso e identico modo di come era messa la vecchia pompa.
  • In seguito, procedete a rimontare i vari pezzi, avvitate le quattro viti della pompa stringendole bene, rimontate il cuscinetto e la cinghia e infine il carter e il filtro dell'aria.
  • Per verificare se la pompa della acqua è stata montata correttamente, controllate che la cinghia sia tesa come nel momento in cui è stata montata.
  • Riempire il serbatoio di liquido di raffreddamento e allentare le prese d'aria per eliminare l'aria dal circuito.
  • Se le prese d'aria sono più alte del livello massimo del serbatoio del  liquido di raffreddamento occorrerà aumentare il serbatoio o utilizzare una bottiglia in plastica:
  • Preparare una bottiglia in plastica (1,5L) con il fondo tagliato
  • Introdurre la bottiglia nel foro del serbatoio (impermeabilizzare il foro per mezzo di uno straccio).
  • Riempire il sistema di liquido di raffreddamento
  • Osservare la fuga di bolle d'aria dalla bottiglia e dalle prese d'aria
  • Richiudere le prese d'aria a partire dal momento in cui il liquido scorre regolarmente (senza bolle d'aria).
  • Occorre ora riscaldare il motore per eliminare gli ultimi residui d'aria nel circuito di raffreddamento.
  • Avviare il motore con cofano aperto.
  • Lasciare girare il motore alcuni secondi quindi accelerare una prima volta.
  • Osservare la rimozione delle bolle nel serbatoio o nella bottiglia.
  • Eliminando l'aria il livello di liquido di raffreddamento si abbasserà, occorre dunque riempire man mano.
  • Ripetere l'operazione fino a non avere più bolle d'aria.
  • Rimuovere la bottiglia (se necessario) e richiudere il serbatoio.
  • Aumentare la temperatura
  • Riaprire lentamente il serbatoio dopo l'arresto del ventilatore per lasciare diminuire la pressione. Riempire al massimo il serbatoio, se necessario.
  • Lasciare raffreddare il motore (circa 4 minuti). Verificare un'ultima volta il livello del liquido di raffreddamento. Per finire è necessario risciacquare delicatamente con acqua le tracce di liquido di raffreddamento. Attenzione a non bagnare il sistema di accensione e gli organi elettronici.