Come Funziona il Radiatore
Il radiatore si trova sotto il cofano motore,  è una delle parti più importanti, vulnerabili e molto complesse del motore e consente di mantenere le condizioni di temperatura normali ed evitare il surriscaldamento del motore raffreddando il liquido che scorre nel motore per raffreddarlo. Il radiatore è di metallo, alluminio, con un'ampia superficie di scambio, all'interno scorrono dei tubi  verticalmente o orizzontalmente, con entrambi i loro lati fissati sopra e sotto nella vaschetta superiore e inferiore da scorre un fluido caldo (acqua e liquido refrigerante). Numerose lamelle sottili sono installate perpendicolare ai tubi per migliorare il loro raffreddamento tramite lo scambio di calore con l'aria del contro-flusso durante la guida di un auto o creato dalla ventola. L'aria incontrata dall'avanzamento del veicolo assorbe al fluido e cede calore in eccesso prima di immettersi nuovamente nel motore per raffreddarlo.

La maggior parte del tempo i radiatori sono utilizzati in condizioni estreme e per questo si danneggiano spesso. Dopo l’avviamento del motore, il liquido refrigerante si riscalda fino a 120 gradi. Invece dopo a motore spento il liquido si raffredda, la pressione nel sistema diventa inferiore alla pressione atmosferica. Quindi le parti con le pareti sottili (fatte apposta per dissipare il calore) sono sottoposte a carichi termici e meccanici elevati e mutevoli. I continui cambiamenti di pressione e calore accellerano i processi di corrosione portando allo snervamento dei componenti del radiatore e dei collegamenti, e quindi al loro danneggiamento.

Quando sostituire radiatore


L’elemento visibile più evidente è la perdita d’acqua. In questo caso, la diagnosi è agevole. Ma non è sempre così semplice : il tartaro, invisibile, è anche molto pericoloso poiché esso può provocare un riscaldamento anormale del motore e di conseguenza danneggiare la guarnizione della testa cilindro.

L'ispezione del radiatore va eseguita una volta all'anno. In caso di problemi di raffreddamento del motore è obbligatorio fare un controllo di emergenza. Innanzitutto è necessario verificare che non ci siano perdite di liquido refrigerante. Le perdite indicano la presenza di crepe sul corpo o le vaschette del radiatore. Bisogna scaldare il motore e dopo aver indossato un paio di guanti, bisogna controllare il manicotto. Se il tubo si ammacca è probabile che la valvola o la guarnizione in gomma sia danneggiata. E' inoltre indispensabile assicurarsi che il livello dell'antigelo non sia inferiore al minimo consentito.

Cosa fare a seconda dei difetti del radiatore  

  • imbrattamento o danneggiamento del corpo del radiatore - pulire o riparare
  • tubi danneggiati - sostituire
  • intasamento della superficie esterna del radiatore- pulire
  • depressurizzazione - riparare

Evidenze di malfunzionamento del radiatore

  • surriscaldamento del motore
  • il radiatore è freddo da un lato e caldo dall'altro
  • fuoriuscita del anticongelo
  • consumo eccessivo di liquido refrigerante
  • peggioramento della circolazione del liquido refrigerante

Cause principali di guasto del radiatore

  • incidente
  • usura del componente
  • pressione troppo elevata
  • non rispetto dei termini di sostituzione del liquido refrigerante
  • perdite dai serbatoi di alimentazione
  • residui sul lato interno del radiatore
  • esposizione a temperature elevate
  • guasti meccanici
  • corrosione
  • manutenzione intempestiva
  • bassa qualità del liquido di raffreddamento

Come smontare il radiatore della

1- Strumenti  necessari

  •    Cassetta degli attrezzi
  •    Una bacinella
  •    Liquido di raffreddamento
  •    Stracci

2- Smontaggio Radiatore

  • È preferibile operare sul circuito di raffreddamento  quando il motore è freddo per evitare rischi di ustione.
  • Leggere prima le misure di sicurezza
  • Aprire il tappo del serbatoio  del liquido di raffreddamento.
  • Scolegare il tubo inferiore del radiatore avendo cura di mettere una vasca per drenaggio sotto al radiatore per recuperare il liquido di raffreddamento.
  • Scollegare il tubo  superiore e il tubo di ritorno.
  • Scollegare il commutatore di temperatura se il radiatore ne è fornito.
  • Individuare l'accesso al radiatore se necessario.
  • Rimuovere i punti di fissaggio  del radiatore.
  • Rimuovere il radiatore.
  • Svuotare il resto del liquido di raffreddamento nella vasca per drenaggio.

3- Riparazione Radiatore

  • Il radiatore va prima pulito. Tale intervento (più la sostituzione del coperchio del radiatore) è richiesto una volta ogni 2 anni. In caso di imbrattamento del corpo, a tal fine si può usare l'aria compressa o l'acqua sotto pressione. Per sbarazzarsi dei depositi all'interno del radiatore si usa l'acqua. Il lavaggio va eseguito nella direzione opposta al quella di circolazione del refrigerante.
  • Per "tappare" le eventuali crepe si usa un liquido speciale. Questo metodo può essere sfruttato solo in caso di microfessure.
  • In caso di deformazione, il radiatore può essere raddrizzato, mentre la sua tenuta si ristabilisce tramite la saldatrice.

4 - Montaggio Radiatore

  • Trattare il radiatore con precauzione, le alette che lo coprono sono molto fini e molto fragili, si deformano alla minima pressione. Possono anche essere affilate, quindi prestare attenzione.
  • Confrontare il vecchio radiatore con il nuovo.
  • In base alle evoluzioni tecnologiche, è possibile che il nuovo radiatore non abbia lo stesso aspetto visivo, l'essenziale è che i collegamenti e punti di fissaggio siano posizionati nello stesso modo.
  • Posizionare e fissare il radiatore.
  • Ricollegare tutti i tubi.
  • Collegare il sensore del termostato sul radiatore, se ce n'è uno.
  • Riempire il serbatoio con liquido di raffreddamento ed effettuare la pulizia pulire il circuito di raffreddamento